D.M. 19 Dicembre 2003

 

Approvazione del testo integrato della Disciplina del mercato elettrico. Assunzione di responsabilità del Gestore del mercato elettrico S.p.a. relativamente al mercato elettrico - Pubblicato nella Gazz. Uff. 30 dicembre 2003, n. 301, S.O.

 

IL MINISTRO

DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

 

Visto il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, di attuazione della direttiva 96/92/CE, recante norme comuni per il mercato interno dell'energia elettrica e, in particolare:

l'art. 1, comma 3, che prevede che il Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato determini, con proprio provvedimento, l'assunzione di responsabilità da parte del Gestore del mercato di cui all'art. 5 del medesimo decreto legislativo;

l'art. 5, comma 1, che prevede che la gestione economica del mercato elettrico sia affidata ad un Gestore del mercato e che la disciplina del mercato, predisposta dal medesimo Gestore, sia approvata con decreto del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato;

Visto il D.M. 11 novembre 1999 del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato e, in particolare, l'art. 6 che prevede che, nell'àmbito della gestione economica del mercato elettrico, il Gestore del mercato elettrico S.p.a. organizzi una sede per la contrattazione dei certificati verdi;

Visto il D.M. 9 maggio 2001 del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato di approvazione della Disciplina del mercato elettrico di cui all'art. 5, comma 1, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 (nel seguito: la disciplina del mercato elettrico);

Considerato che, ai sensi dell'art. 3, commi 3.1 e 3.2, della Disciplina del mercato elettrico, il Gestore del mercato elettrico S.p.a. ha trasmesso, con lettera del 18 gennaio 2002, prot. n. GME/P2002000023, al Ministro delle attività produttive per l'approvazione, sentita l'Autorità per l'energia elettrica e il gas, una proposta di istruzioni alla Disciplina del mercato elettrico;

Vista la delibera dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas n. 72/02, recante «Parere dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas al Ministro delle attività produttive su uno schema di istruzioni alla Disciplina del mercato elettrico», trasmessa al Ministro delle attività produttive con lettera del 20 maggio 2002, prot. n. PR/M02/1905;

Considerato che il Ministro delle attività produttive, con lettera del 2 luglio 2002, prot. n. 211826, ha inviato al Gestore del mercato elettrico S.p.a. alcune osservazioni in merito alla proposta di istruzioni alla Disciplina del mercato elettrico, anche sulla base del sopra richiamato parere dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas;

Vista la successiva proposta di istruzioni alla Disciplina del mercato elettrico trasmessa dal Gestore del mercato elettrico S.p.a. al Ministro delle attività produttive, per l'approvazione, con lettera del 18 luglio 2002, prot. n. GME/P2002000260;

Visto il D.M. 14 marzo 2003 del Ministro delle attività produttive, recante «Attivazione del mercato elettrico, limitatamente alla contrattazione dei certificati verdi» e, in particolare, l'art. 1, che dispone l'approvazione delle istruzioni della Disciplina del mercato elettrico limitatamente alle disposizioni relative alla sede di contrattazione dei certificati verdi, riportate in allegato al medesimo decreto;

Visto il documento «Sistema organizzato di offerte di vendita e di acquisto di energia elettrica: Indirizzi per il Sistema Italia 2004» inviato all'Autorità per l'energia elettrica e il gas, al Gestore della rete di trasmissione nazionale S.p.a. e al Gestore del mercato elettrico S.p.a. con lettera del Ministro delle attività produttive del 31 luglio 2003, prot. n. 2794;

Vista la nota 1° ottobre 2003, n. 261660 del direttore generale per l'energia e le risorse minerarie, con la quale è stata rappresentata al Gestore del mercato elettrico S.p.a. la necessità di procedere alla modifica di alcune norme contenute nella Disciplina del mercato elettrico, secondo le indicazioni contenute nel documento allegato alla nota medesima recante «Elementi rilevanti per la ridefinizione del sistema delle offerte», nonché l'opportunità di redigere un testo integrato che raccolga, in un unico corpo normativo, le regole di funzionamento del mercato elettrico precedentemente già incluse nella citata Disciplina e nella proposta di istruzioni alla Disciplina stessa trasmessa dal Gestore del mercato elettrico S.p.a. in data 18 luglio 2002;

 

Considerato che la Disciplina del mercato elettrico prevede, all'art. 2, comma 2.3, che il Gestore del mercato elettrico S.p.a. trasmetta al Ministro delle attività produttive per l'approvazione, sentita l'Autorità per l'energia elettrica e il gas, proposte di modifica della Disciplina del mercato elettrico, adeguatamente motivate, tenuto conto delle osservazioni formulate dai soggetti interessati su tali proposte;

 

Considerato che il Gestore del mercato elettrico S.p.a. ha effettuato, ai sensi dell'art. 2, comma 2.3, della Disciplina del mercato elettrico, una consultazione su una proposta di modifica della Disciplina medesima, fissando un termine di trenta giorni per la presentazione di eventuali osservazioni da parte dei soggetti interessati;

 

Vista la lettera del Gestore del mercato elettrico S.p.a. in data 21 novembre 2003, prot. n. GME/P2003000707, recante in allegato una proposta di modifica della Disciplina del mercato elettrico che tiene conto delle osservazioni presentate dai soggetti interessati;

Vista la delibera dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas n. 143/03, recante «Rilascio del parere dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas al Ministro delle attività produttive in materia di modifica della Disciplina del mercato elettrico ai sensi dell'art. 2, comma 2.3, del D.M. 9 maggio 2001 del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato», trasmessa con lettera del 12 dicembre 2003, prot. PR/M03/3667 (nel seguito: delibera n. 143/03);

Considerato che, con la citata delibera n. 143/03, l'Autorità per l'energia elettrica ed il gas, pur esprimendo parere favorevole sulla proposta di modifica della Disciplina del mercato elettrico, ha formulato osservazioni su tale proposta richiedendo l'inserimento di alcune modifiche ed integrazioni;

 

Ritenuto di condividere le osservazioni formulate dall'Autorità per l'energia elettrica ed il gas nella delibera n. 143/03;

 

Ritenuto che i tempi necessari per l'implementazione delle procedure e dei sistemi connessi alla piena operatività del sistema delle offerte di cui all'art. 5 del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, rendono necessario prevedere un regime transitorio di funzionamento di tale sistema;

 

Vista la nota 12 dicembre 2003, n. 4305, con la quale il Ministro delle attività produttive ha:

trasmesso al Gestore del mercato elettrico S.p.a. la delibera n. 143/03, invitando il medesimo Gestore a recepirne integralmente le osservazioni ivi contenute;

individuato la tempistica per l'avvio del sistema delle offerte di cui all'art. 5 del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79;

formulato al Gestore del mercato elettrico S.p.a. ulteriori indicazioni di modifica della Disciplina del mercato elettrico;

invitato il Gestore del mercato elettrico S.p.a. a predisporre un nuovo testo di modifica della Disciplina del mercato elettrico;

Vista la proposta di testo integrato, inviata dal Gestore del mercato elettrico S.p.a. con lettera in data 18 dicembre 2003, prot. n. GME/P2003000758, costituita dalla Disciplina del mercato elettrico, come modificata in base alle indicazioni formulate con le citate nota 1° ottobre 2003, n. 261660 e nota 12 dicembre 2003, n. 4305, dalla proposta di istruzioni alla Disciplina del mercato elettrico trasmessa dal Gestore del mercato elettrico S.p.a. con lettera in data 18 luglio 2002, prot. n. GME/P2002000260, come risultante a seguito delle citate indicazioni di modifica, e dalle istruzioni alla Disciplina del mercato elettrico limitatamente alle disposizioni relative alla sede di contrattazione dei certificati verdi, approvate con D.M. 14 marzo 2003 del Ministro delle attività produttive (nel seguito: proposta di testo integrato);

 

Ritenuto che la proposta di testo integrato:

recepisce le indicazioni contenute nel documento allegato alla nota 1° ottobre 2003, n. 261660 del direttore generale per l'energia e le risorse minerarie;

raccoglie in un unico testo normativo le disposizioni contenute nella Disciplina del mercato elettrico come modificata, nella proposta di istruzioni alla medesima Disciplina, trasmessa dal Gestore del mercato elettrico S.p.a. in data 18 luglio 2002, come risultante a seguito della modifica, nonché nelle istruzioni alla disciplina del mercato elettrico limitatamente alle disposizioni relative alla sede di contrattazione dei certificati verdi, allegate al D.M. 14 marzo 2003 del Ministro delle attività produttive;

recepisce le osservazioni formulate dall'Autorità per l'energia elettrica ed il gas con la delibera n. 143/03 e le indicazioni contenute nella nota 12 dicembre 2003, n. 4305 del Ministro delle attività produttive;

 

Decreta:

 

1. Approvazione del testo integrato della Disciplina del mercato elettrico.

 

1. È approvato il testo integrato della disciplina del mercato elettrico, nel testo allegato al presente decreto. Il testo integrato è costituito da:

a) la Disciplina del mercato elettrico approvata con D.M. 9 maggio 2001 del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato, come modificata ai sensi dell'art. 2, comma 2.3, della disciplina medesima;

b) la proposta di istruzioni alla Disciplina del mercato elettrico trasmessa dal Gestore del mercato elettrico S.p.a. con lettera in data 18 luglio 2002, prot. n. GME/P2002000260, come risultante a seguito della modifica di cui alla precedente lettera a);

c) le istruzioni alla Disciplina del mercato elettrico limitatamente alle disposizioni relative alla sede di contrattazione dei certificati verdi, approvate con D.M. 14 marzo 2003 del Ministro delle attività produttive.

 

2. Assunzione di responsabilità del Gestore del mercato elettrico.

 

1. Dal giorno 8 gennaio 2004 il Gestore del mercato elettrico S.p.a., di cui all'art. 5 del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, assume la responsabilità delle funzioni relativamente all'organizzazione ed alla gestione del mercato elettrico.

 

3. Abrogazione dell'art. 1 del D.M. 14 marzo 2003 del Ministro delle attività produttive.

 

1. Dalla data di entrata in vigore del presente decreto è abrogato l'art. 1 del decreto del Ministro delle attività produttive 14 marzo 2003.

2. Restano validi gli atti e i provvedimenti adottati e sono fatti salvi gli effetti prodottisi ed i rapporti giuridici sorti sulla base del D.M. 14 marzo 2003 Ministro delle attività produttive.

 

4. Informativa sullo svolgimento del mercato elettrico.

 

1. Con cadenza trimestrale nel corso del primo anno di operatività del mercato elettrico e successivamente con cadenza annuale, il Gestore del mercato elettrico S.p.a. trasmette al Ministro delle attività produttive ed all'Autorità per l'energia elettrica ed il gas un rapporto sullo svolgimento del mercato elettrico, nonché su eventuali esigenze di modifica della Disciplina del mercato elettrico al fine di conseguire una migliore operatività e gestione del mercato stesso.

2. Il Gestore del mercato elettrico S.p.a. segnala tempestivamente al Ministro delle attività produttive, all'Autorità per l'energia elettrica e il gas ed all'Autorità garante della concorrenza e del mercato ogni situazione anomala che si verifica sul mercato elettrico.

 

5. Prezzi del mercato.

 

1. Sulla base di criteri stabiliti dall'Autorità per l'energia elettrica, sono costruiti indici di prezzo per il mercato dell'energia elettrica, da parte del Gestore del mercato elettrico S.p.a., e per il mercato del servizio di dispacciamento, da parte del Gestore della rete di trasmissione nazionale S.p.a.

2. Entro il 31 gennaio 2004, con provvedimento dell'Autorità per l'energia elettrica ed il gas, è definito un meccanismo per il controllo dell'esercizio del potere di mercato e sono stabilite le modalità per il monitoraggio dell'andamento dei prezzi sul mercato elettrico.

 

6. Entrata in vigore.

 

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

 

Allegato 1

Allegato 2

Allegato 3

Allegato 4[1]



[1] Gli allegati saranno inseriti prossimamente.