Portale istituzionale

Al servizio del sistema energetico italiano

CIRCOLARE N. 38/2018/ELT

Come noto, la Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA) gestisce i Conti in cui confluiscono le componenti tariffarie e gli oneri di sistema raccolti dalle imprese di distribuzione, dagli esercenti la vendita e dalle imprese di salvaguardia del settore elettrico sulla base di norme definite dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (Autorità). Nell’ottica di migliorare l’attività di monitoraggio dei flussi finanziari che ne derivano, si ritiene necessario acquisire informazioni anche a livello previsionale, per avere maggiore consapevolezza delle risorse attese su ogni Conto di gestione e consentire interventi mirati dell’Autorità, laddove si evidenziassero possibili carenze o eccedenze di gettito.

Pertanto, si richiede alle predette imprese del settore elettrico di compilare un apposito modulo applicativo denominato “Previsionale”, disponibile nella piattaforma informatica dedicata al settore elettrico (DataEntry Elt). Come per le altre dichiarazioni trasmesse per il tramite del DataEntry Elt, anche il “Previsionale” dovrà essere firmato digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa.

Nel dettaglio:

  • le imprese di distribuzione e gli esercenti la vendita dovranno fornire, per ogni componente tariffaria, la previsione dell’energia presumibilmente fornita ai propri clienti nel corso dell’annualità 2019, nonché la previsione della potenza e dei punti di prelievo (PP) per la medesima annualità;
  • gli esercenti della salvaguardia dovranno fornire, invece, per la componente tariffaria CSAL, la previsione per l’anno 2019 dell’energia presumibilmente fornita ai propri clienti.

L’energia, la potenza e i PP oggetto della previsione dovranno essere resi con riferimento all’anno 2019 su base mensile per i dati resi dalle imprese di distribuzione e su base  bimestrale per i dati resi dagli esercenti la vendita e della salvaguardia. Per questi ultimi, però, fanno eccezione i bimestri marzo/aprile e settembre/ottobre, per i quali è richiesto un dettaglio mensile e non bimestrale. Ciò si rende necessario in considerazione dell’aggiornamento trimestrale delle aliquote da parte dell’Autorità, che potrebbe determinare delle aliquote diverse da attribuire alla stessa componente tariffaria tra il primo e il secondo mese dei bimestri marzo/aprile e settembre/ottobre.

Per tutte le informazioni di natura operativa, si allega al presente documento la guida “Manuale Utente Previsionale”.

Nell’imminenza dell’aggiornamento trimestrale con il quale l’Autorità stabilirà le tariffe in vigore dal 1° gennaio 2019, si invitano le imprese di distribuzione, gli esercenti la vendita e le imprese di salvaguardia del settore elettrico a fornire la propria collaborazione, inviando le informazioni richieste entro il 20 novembre 2018. I dati forniti, opportunamente elaborati dagli uffici della CSEA, consentiranno di rappresentare all’Autorità un quadro previsionale del settore nel suo complesso.

Per ogni eventuale chiarimento, potrà essere inviata una mail all’indirizzo previsioni@csea.it.

 

 

Il Direttore generale

Enrico Antognazza