Al servizio del sistema energetico e ambientale italiano

CIRCOLARE N. 8/2024/IDR

6 Febbraio 2024

Disposizioni relative alle compensazioni dei minori ricavi per i gestori del servizio idrico integrato in conseguenza delle agevolazioni di natura tariffaria a sostegno delle popolazioni colpite dagli eventi sismici verificatisi nel 2016 e 2017 disciplinate dalla deliberazione ARERA 111/2021/R/com e s.m.i. 

Aspetti normativi 

L’ARERA, con la deliberazione 10/2024/R/com, dispone la proroga, fino al 31 dicembre 2024, delle agevolazioni di natura tariffaria già previste a favore delle utenze site nelle zone rosse e delle utenze relative a immobili inagibili site nel Centro Italia interessate dagli eventi sismici del 2016 e 2017.

Nello specifico, la proroga riguarda le agevolazioni di cui all’art. 1.1 della deliberazione 111/2021/R/com e s.m.i. disposte a favore:

  • dei soggetti titolari di utenze e forniture attive alla data degli eventi sismici e localizzate nei Comuni di cui agli allegati 1, 2 e 2bis al d.l. 189/16 che abbiano dichiarato, entro il 30 aprile 2021 e con trasmissione agli uffici dell’Agenzia delle entrate e dell’Istituto nazionale della previdenza sociale territorialmente competenti, l’inagibilità del fabbricato, della casa di abitazione, dello studio professionale o dell’azienda o la permanenza dello stato di inagibilità già dichiarato e abbiano presentato ai gestori del SII l’istanza di cui all’articolo 3 della deliberazione 111/2021/R/com, nel rispetto delle tempistiche e secondo le modalità ivi indicate;
  • dei soggetti titolari di utenze e forniture site in una zona rossa individuata mediante apposita ordinanza sindacale, emessa nel periodo compreso tra il 24 agosto 2016 e il 25 luglio 2018.

Modalità applicative degli adempimenti verso la CSEA e relative tempistiche

L’art. 3bis1 della deliberazione 111/2021/R/com e s.m.i. prevede che i minori ricavi dei gestori del SII derivanti dall’applicazione delle agevolazioni sopra richiamate siano compensati dalla CSEA. In particolare, la CSEA procederà alla raccolta dell’istanze su base trimestrale e alla erogazione degli importi richiesti entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo al termine di invio delle richieste. In prima applicazione la CSEA esaminerà tutte le richieste pervenute entro il 20 aprile 2023 e procederà, ai sensi dell’art. 33.1 della delibera 252/2017/R/com e s.m.i., alla erogazione degli importi richiesti entro il 30 giugno 2023.

A tal fine la CSEA ha predisposto un file contenente dei modelli (Allegato 1) tramite i quali i gestori del SII dovranno rendicontare le informazioni (volumi e importi) necessarie per richiedere alla CSEA la compensazione dei minori ricavi. L’Allegato 1, debitamente compilato, dovrà accompagnare la richiesta di rimborso (Allegato 2) ed entrambi i file dovranno essere firmati digitalmente dal legale rappresentante o da un suo delegato. In quest’ultimo caso sarà necessario trasmettere, oltre agli Allegati 1 e 2, anche l’Allegato 3. Si precisa, altresì, che il file (Allegato 1) costituisce autocertificazione ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 445/2000 e sarà la base per le eventuali ulteriori attività di controllo che la CSEA riterrà di porre in essere, anche a campione, ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. 445/2000.

Gli Allegati dovranno essere inviati a mezzo posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo CSEA acqua@pec.csea.it e, contestualmente, all’Ente di Governo dell’Ambito competente, il quale – entro i successivi 15 giorni solari – comunicherà alla CSEA (all’indirizzo acqua@pec.csea.it) il risultato della validazione dei dati comunicati dal gestore del SII.

Gestione di eventuali cessioni di credito nell’ambito del meccanismo

Le cessioni del credito in relazione a tale meccanismo saranno trattate dalla CSEA conformemente alle condizioni e modalità di cui alla Circolare CSEA N. 20/2023/com, pubblicata sul sito istituzionale della Cassa.

Trattamento dati

I dati raccolti saranno trattati dalla CSEA, in qualità di Titolare del trattamento, anche con strumenti informatici, ai sensi del Regolamento UE 2016/679 (GDPR) nonché del D.lgs. 196/2003 e s.m.i., esclusivamente nell’ambito del meccanismo di cui alla presente Circolare, come da informativa di cui si invita a prendere visione al seguente link https://www.csea.it/privacy-policy/.

Contatti

Eventuali richieste di informazione possono essere inviate all’indirizzo pec acqua@pec.csea.it.

Il Direttore generale

Bernardo Pizzetti

Previous:
CIRCOLARE N. 7/2024/IDR
Close Search Window
Skip to content